La BIBLIOTECA "Bruno Ragonese"


Lo stesso Bruno Ragonese, ancora in vita, donò la sua biblioteca privata all'Ente Fauna Siciliana, anch'essa sua creatura. Subito dopo la sua prematura morte, avvenuta nell'anno 2004, la biblioteca è stata intitolata al suo fondatore. E' una biblioteca specializzata in storia naturale in quanto la raccolta di testi, riviste, videocassette e CD-Rom, di cui è in possesso, è quasi esclusivamente a carattere scientifico e naturalistico. L'attuale consistenza documentale è di circa 4.000 esemplari. Di recente, nella primavera del 2009, è stata trasferita presso il Centro Visitatori - Ecomuseo nella Riserva Naturale Orientata di "Vendicari". I locali che la ospitano sono composti da due sale attigue di cui una adibita ad archivio ed un'altra a sala lettura. I libri sono conservati e preservati in una nuova ed idonea scaffalatura metallica con ante a rete. In questi locali il grado di umidità presente viene costantemente monitorato e controllato da tecnici della Soprintendenza ai BB.CC. ed A. sezione Beni Bibliografici di Siracusa. Questa nuova sistemazione è ottimale in quanto il Centro Visitatori - Ecomuseo è punto di passaggio obbligato per quanti fruiscono dei servizi offerti dall'Ente gestore della riserva naturale. L'intero Centro, con annessa quindi la biblioteca, gestito anche questo dai volontari dell'Ente Fauna Siciliana, accoglie i visitatori della riserva con diverse iniziative: una mostra permanente sugli uccelli e sui luoghi incantevoli che si apprestano a visitare; una sala, attigua alla biblioteca, ospita una mostra permanente sul Carsismo Ibleo con l'esposizione di tutta una serie di pannelli illustrativi; ed un'altra sala ancora per proiezioni cinematografiche sulle riserve naturali della provincia di Siracusa.La responsabilità della gestione della biblioteca è affidata, già fin dall'anno 2003, ad Emanuele Uccello, aiuto-bibliotecario di professione, impiegato presso la biblioteca comunale di Canicattini Bagni.

E' stata riconosciuta dalla Regione Sicilia come biblioteca di pubblica fruizione. Di recente ha aderito e concorre alla costituzione del Sistema Bibliotecario Provinciale di Siracusa, catalogo automatizzato (OPAC) della banca dati comune dei dati bibliografici delle biblioteche presenti nel territorio provinciale, utile all'incremento del catalogo regionale nel contesto del sistema bibliotecario nazionale. Il catalogo del posseduto non è al momento completo, sono circa 1500 le schede finora completate ed è consultabile on-line su Internet. La pubblica fruizione è disponibile solo per la consultazione dei testi nei giorni dal martedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Ulteriori informazioni si possono ottenere telefonando allo 0931-946573 e 339.1284491 (Emanuele Uccello), oppure allo 0931-891666 e 338.4888822 (Corrado Bianca).


Il Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN) tende ad assicurare la diffusione della conoscenza e la circolazione del patrimonio librario del Paese tramite l'organizzazione di una rete tra le biblioteche, tra queste e l'utente utilizzando procedure automatizzate.


La creazione del progetto SBN, articolato in sistemi regionali, ha trovato anche in Sicilia attuazione attraverso l'organizzazione della cooperazione bibliotecaria di livello interprovinciale denominata Sistema Bibliotecario Regionale siciliano (SBR).


Alla costruzione ed incremento del catalogo regionale SBR dell'isola contribuiscono a livello provinciale le banche dati automatizzati comuni dei dati bibliografici delle biblioteche del territorio specifico. Questo sistema denominato Sistema Bibliotecario Provinciale, nella provincia di Siracusa, cofinanziato dalla Comunità Europea nell'ambito del Por Sicilia 2000-2006, dalla Regione Sicilia e dalla Provincia Regionale, è stato istituito. Infatti, come per legge, in data 19 giugno 2006 è stata sottoscritta la Convenzione istitutiva del "Sistema Bibliotecario Provinciale di Siracusa" con l'adesione della Sezione per i Beni Bibliografici della Soprintendenza per i BB. CC. AA. ed il concorso della Provincia Regionale, del Comune capoluogo di Siracusa, la compartecipazione di tutte le biblioteche comunali del territorio oltre che dei servizi socio culturali pubblici e privati. Questo progetto permette già agli utenti di usufruire dei servizi bibliotecari anche attraverso la semplice connessione ad internet.


COME FUNZIONA:
Nell'organizzazione del Sistema Bibliotecario Provinciale di Siracusa si hanno organi di indirizzo e di controllo che sono: l'Assemblea, il Comitato Tecnico ed il Presidente dell'Assemblea, ed organi per la gestione amministrativa che sono il Direttore ed il personale che per legge coincide con l'organizzazione della Biblioteca Comunale del capoluogo di provincia e quindi del comune di Siracusa definito Centro Sistema. Il Sistema Bibliotecario Provinciale di Siracusa è regolamentato da un Regolamento approvato dal Consiglio Comunale di Siracusa approvato con deliberazione n. 29 del 02/03/2009 che ne ha nel contempo stabilito i compiti ed i criteri di erogazione del servizio reso agli utenti con l'approvazione della Carta dei Servizi. Sono ad oggi inserite nel sistema 41 biblioteche operanti nel territorio provinciale. Queste biblioteche del territorio siracusano sono in possesso di un patrimonio considerevole di volumi che si intendono catalogare applicando gli standard nazionali ed internazionali vigenti al fine di realizzare un catalogo informatizzato provinciale sempre più rispondente alle normative vigenti in materia catalografica. E' utilizzato il più completo tra i programmi di informatizzazione bibliografica denominato: "ALEPH 500". La catalogazione partecipata prevede che la singola pubblicazione venga catalogata una sola volta e la relativa descrizione utilizzata, attraverso una semplice cattura, da tutte le altre biblioteche che possiedono tale pubblicazione. Tale catalogo unico on-line (OPAC) del Sistema Bibliotecario Provinciale di Siracusa è in via di implementazione continua e costante dei dati bibliografici posseduti di tutte le biblioteche aderenti e sarà totalmente operativo nel più breve tempo possibile. Tale cooperazione tra le biblioteche pubbliche e private esistenti sul territorio provinciale, che coordinandosi nelle attività, nel rispetto dell'autonomia di ciascuna di esse, ridurranno le spese di gestione mediante questa catalogazione partecipata. Grazie all'attivazione della rete telematica provinciale, i lettori avranno la facoltà di operare on-line con notevoli vantaggi sul riscontro in tempo reale e, a regime sarà possibile, attraverso il prestito interbibliotecario, ricevere a domicilio grazie ad un pulmino attrezzato che funzionerà come tramite per interscambi concreti tra le varie realtà bibliotecarie.

ULTERIORI INFORMAZIONI